TAMPONE RAPIDO: CLICCA QUI PER INFO E ORARI TAMPONE MOLECOLARE: CLICCA QUI PER INFO E ORARI
L’accesso ai servizi è libero e senza appuntamento.
ORARI ESTIVI: 07.30 - 15.00 - SABATO CHIUSO
CHIUSO PER FERIE: DAL 11 AL 21 AGOSTO e SABATO 30 LUGLIO
Laboratorio Analisi Cliniche Ciaffi Roma - Viale Libia, 74a (vicino Piazza Gimma, quartiere Africano)

Tipizzazione Molecolare del Microbiota

– Hai frequenti disturbi intestinali?
– Soffri spesso di raffreddori?
– Hai disturbi del tratto uro-genitale?
– Soffri di disturbi dermatologici (acne, dermatite, orticaria ecc)?
– Hai una sensazione di malessere generale e non capisci perché?
– Sei in premenopausa o menopausa?
– Non riesci a perdere peso?

Potrebbe essere utile fare un TEST del MICROBIOTA INTESTINALE!

Da oggi, grazie al nuovo test per la Tipizzazione Molecolare del Microbioma realizzato con le più avanzate tecniche di biologia molecolare, puoi scoprire le cause del tuo malessere, per poterti curare meglio.

Il nostro innovativo test nella sua versione “PLUS” analizza  e permette di conoscere sia la composizione batterica che quella micotica (fungina) del tuo microbiota intestinale fornendo informazioni in merito al grado di alterazione quali-quantitativa delle varie specie batteriche e micotiche dell’intestino.

Test microbiota intestinale

Che cos’é il MICROBIOTA?

Il microbiota intestinale è un insieme complesso e articolato composto da centinaia di miliardi di microrganismi, come batteri, lieviti e virus, che vivono nel nostro corpo, al suo interno e in superficie.

Il microbiota, spesso definito “un organo del corpo umano”, è poco conosciuto ma è di vitale importanza, è localizzato a livello intestinale, pesa più di un kilogrammo ed è formato da miliardi di microrganismi, con un numero 10 volte superiore a quello complessivo delle cellule e 100 volte superiore ai geni di tutte le cellule dell’organismo.

Il microbiota intestinale assicura numerose funzioni vitali, in quanto protegge l’intestino dai germi patogeni, favorisce la digestione degli alimenti, regola la funzione intestinale, produce vitamine e acidi grassi essenziali per la salute, elimina scorie e sostanze potenzialmente dannose, mantiene attive le difese immunitarie, contribuendo quindi in maniera determinante alla salute dell’intestino e dell’intero organismo.

Il microbiota inizia il proprio sviluppo con la nascita, proprio nel passaggio attraverso il canale del parto ad opera dei batteri vaginali materni., durante la vita il microbiota si trova in una condizione di equilibrio dinamico: cambia, fluttua ed è molto sensibile a cambiamenti alimentari, fisiologici e/o ambientali.

Un microbiota in salute, ovvero in EUBIOSI, è fatto dalla giusta presenza e proporzione di microrganismi “buoni” e “cattivi”.

La DISBIOSI, invece, è il termine generico utilizzato per indicare l’alterazione del microbiota intestinale che perde batteri “buoni”(simbionti e commensali) a favore di specie pro infiammatorie o potenzialmente patogene (patobionti). La disbiosi si può manifestare con sintomi gastrointestinali (alitosi, meteorismo, tensione dolorosa addominale, stipsi o diarrea) e generali (stanchezza, facile esauribilità, ipereccitabilità, tensione muscolare, difficoltà di concentrazione, cefalea, infezioni urinarie e genitali).

La disbiosi è il miglior presupposto per l’infiammazione, che è nota anche come la “madre di tutte le malattie”, si tratta di un’affermazione forte, ma solo in apparenza eccessiva e che richiama l’attenzione sul ruolo critico volto dall’ecosistema intestinale nel mantenimento della salute e del benessere generale dell’individuo.

La disbiosi può essere correlata a:

  • malattie infiammatorie croniche intestinali
  • malattie degenerative, tra le quali anche le neoplasie
  • malattie metaboliche, quali obesità, sindrome metabolica, diabete di tipo 2
  • disturbi dell’umore e stati depressivi

Numerose cause possono provocare un’alterazione del microbiota: assunzione di antibiotici o trattamenti farmacologici (acuti e cronici), abitudini alimentari non corrette, condizioni di stress.

Pertanto è importante favorire l’equilibrio del microbiota, in quanto aiuta a regolare il metabolismo, mantenere efficiente il sistema immunitario, produrre elementi essenziali come le vitamine, proteggere dalle infezioni e non solo.

Dal mantenimento di questo equilibrio può dipendere la nostra salute.

E’ MOLTO IMPORTANTE QUINDI CAPIRE LO STATO DEL MICROBIOTA PERCHE’ QUESTO CI CONSENTE DI SCEGLIERE IL TRATTAMENTO PIÙ IDONEO PER LE SPECIFICHE ESIGENZE DI CIASCUNO.

Come si analizza il microbiota intestinale?

Test microbiota intestinale

Oggi è possibile fare un’analisi precisa e completa del microbiota intestinale utilizzando avanzate tecniche molecolari in associazione ad un innovativo metodo di analisi brevettato.

L’unico modo che oggi abbiamo per eseguire un’analisi completa e precisa del microbiota è il sequenziamento massivo del DNA microbico (Next Generation Sequencing – NGS).

Tale metodologia permette di leggere e codificare le presenza di ogni microrganismo presente nell’eco-sistema intestinale valutando in modo accurate sia la composizione batterica che micotica presente nel campione

Così facendo, siamo in grado di scattare una fotografia completa e affidabile di un intero ecosistema e interpretarne il potenziale impatto sulla nostra salute.

Infatti nelle analisi incluse nel report si trovano numerose informazioni indispensabili per una corretta valutazione dello stato del microbiota, ma anche importanti indici di valutazione funzionale.

Il report del Test per la Tipizzazione del Microbiota, permette quindi di valutare il possibile contributo del microbiota nel proteggere oppure nel predisporre l’ospite da/a specifici disturbi della salute, fornendo dati utili per lo studio di:

– Immunomodulazione

Asse intestino-cervello

Effetto barriera

Malattie infiammatorie intestinali

Permeabilità intestinale

Metabolismo energetico

Asse intestino-cardiocircolatorio

Inflammaging

Con il test del microbiota vengono valutati

Per i BATTERI:

– Indice di biodiversità

– Indice di disbiosi

– Descrizione filogenetica dell’ecosistema

– Potenziale metabolico e funzionale

– Rilevamento molecolare di patobionti

– Indici di valutazione funzionale dell’ecosistema

Per i MICETI

– Descrizione filogenetica dell’ecosistema

– Pannello dedicato all’identificazione delle specie di Candida

– Indice di disbiosi micotica

– Descrizione della composizione micotica intestinale

Grazie alle informazioni che si possono ottenere, l’individuo può intraprendere un nuovo percorso di salute con l’aiuto di professionisti che lo guidino verso un’alimentazione consapevole e una integrazione intelligente.

Test microbiota intestinale

 

Il cibo, infatti, è uno dei principali strumenti di modulazione del microbiota intestinale.

Quello che ingeriamo è cibo anche per i nostri microbi e loro in cambio restituiscono alle nostre cellule sostanze necessarie a tenerle in salute.

Una alimentazione sana genera un circolo virtuoso che promuove la crescita di microbi “buoni” mentre una alimentazione squilibrata nutrirà quelli “cattivi”.

Per maggiori informazioni e approfondimenti sull’alimentazione potete consultare il sito www.bionutrizionista.eu e chiedere una consulenza presso il nostro Centro di Nutrizione Umana.

Test microbiota intestinale

La disbiosi può essere corretta, quindi, mediante congrue modificazioni dello stile di vita e delle abitudini alimentari ma anche l’assunzione di probiotici è importante.

I probiotici favoriscono il benessere intestinale interagendo e regolando le funzioni dei microrganismi “buoni”. Le fibre prebiotiche sono importanti complementi perché rappresentano l’alimento di questi batteri benefici e sono quindi necessarie per la loro funzionalità.

Ma come scegliere il prodotto più adatto alle specifiche esigenze?

Conoscere lo stato del nostro microbiota e (laddove presente) il tipo di disbiosi è fondamentale per capire l’intervento più appropriato.

Un probiotico potrebbe, per esempio, non essere utile per tutti allo stesso modo.

Nel report del nostro test per la Tipizzazione Molecolare del Microbiota vengono inoltre forniti importanti SUGGERIMENTI D’INTERVENTO qualitativi che i professionisti possono utilizzare per guidare l’individuo verso una corretta alimentazione e una giusta integrazione dell’eventuale probiotico per l’ottimizzazione del proprio specifico microbiota e micobiota.

Per approfondimenti sulla sana alimentazione consultare il sito www.bionutrizionista.eu

Per approfondimenti sul test del microbiota consultare il sito www.wellmicro.com

    Hai bisogno di informazioni? Siamo qui per te, riempi il form

    Quiz AntiSpam *
    * Utilizzando questo modulo accetto la Privacy Policy e acconsento alla memorizzazione e alla gestione dei miei dati
    Condividi su: